Mugnai

I mulini ad acqua sono stati tra i primi edifici costruiti dall'uomo che utilizzano la forza della natura e costituiscono, quindi, uno dei primi esempi di industrializzazione.

Il loro sviluppo notevole a partire dal medioevo è collegabile alla scomparsa della società schiavistica classica ed alla necessità quindi di trovare un'energia alternativa a quella delle braccia degli schiavi.

La presenza di numerosi ruscelli e rii sul Monte Pisano rese alcune comunità della zona (Calci e Buti soprattutto) dei veri e propri centri specializzati nella macinazione, che furono per secoli la meta di tutti coloro che volevano macinare grani o frangere le olive.

Questi documenti, però, sono ulteriormente interessanti poiché non si dà conto solamente dei mulini presenti nel 1574 (in tutto 73), ma vengono elencati anche i mugnai che vi lavoravano e le loro famiglie, identificate in "bocche" sopra o sotto i tre anni,  informazioni che ci permettono anche qualche analisi più approfondita sulla demografia e sulla composizione delle famiglie della zona.

Documenti della collezione

Descrizione delle bocche dei mugnai della Podesteria di Vicopisano
Elenchi delle bocche dei mugnai della Podesteria di Vicopisano. Vengono specificati la località del mulino, il proprietario, il nome del mugnaio e i familiari al di sopra e al di sotto dei tre anni.
Mostra il documento

Collection Tree